Chi è San Gerardo? Incontro a misura di bambino

Una bella iniziativa all’Oasi: “Chi è San Gerardo?” Si tratta di uno spettacolo teatrale per bambini che propone alcuni momenti della vita di San Gerardo. La  regia  dello spettacolo è di Paola Perfetti, ed è messo in scena da giovani attori dai 16 ai 21 anni: Arianna Biguzzi, Federico Saronni, Miriana Saita, Sarah Finotto, Mattia Pastorelli, Nadia Ferrazzi, Filippo Galloppi e Luca Vinicio Pertici che si occupa delle musiche. I costumi e accessori di scena sono giunti  grazie alla collaborazione con Franca Montrasio.

Il progetto coinvolge i piccoli della Scuola Primaria Umberto I ed è coordinato, per La Meridiana, da Silvia Zecchini.

Il 6 giugno di ogni anno si festeggia San Gerardo  che,  insieme a San Giovanni Battista, è patrono di Monza. A lui sono dedicati i principali ospedali cittadini (il “Nuovo” ed il “Vecchio”), scuole, chiese. La sua presenza, è richiamata, in diversi luoghi della nostra città, da edicole, quadri,  dipinti e sculture. E’, però, fondamentale che la sua figura venga tramandata anche alle nuove generazioni, perché la sua opera è stata così meravigliosa, da meritare un ricordo eterno.

Oasi San Gerardo

Per questo motivo, “La Cooperativa La Meridiana”, che gestisce dal 6 giugno 2004 l’Oasi di San Gerardo (Struttura con alloggi protetti per anziani), sita proprio nella casa natale di Gerardo dei Tintori e poi divenuta nel passato “Ospedale dei poveri”, organizza ogni anno, in questa data, uno spettacolo per ricordare ai più piccoli (di generazione in generazione …) lo straordinario ruolo che ha avuto questo Santo.

Ed è così che l’Oasi, già meta, nel giorno a lui dedicato, di molti cittadini monzesi che si recano a visitare la chiesetta intramuraria, si trasforma in un suggestivo teatro, dove i bambini possono imparare, con leggerezza e divertimento, in una coinvolgente atmosfera storica, perché quest’uomo è stato sempre così amato.

I piccoli potranno  scoprire come Gerardo, ricco e potente, si sia “spogliato” di tutto donando i suoi beni agli ultimi, agli ammalati, sino al punto da trasformare la sua casa in un ospedale.

Attraverso questo spettacolo, il messaggio di San Gerardo viene trasferito ai bambini con naturalezza, attraverso una rappresentazione che li coinvolge in modo “giocoso” (e non “serioso”…) e che tiene conto della loro età, che li rende ancora più “permeabili” a queste sollecitazioni, fortunatamente positive.

Tutto questo, grazie anche all’impegno ed alla collaborazione della Coordinatrice della Scuola Primaria Umberto I (di via De Amicis), Prof.ssa Paola Peroni, di tutto il Collegio Didattico,  dei genitori, dei nonni, dei parenti di questi piccoli che porteranno sempre con sé il ricordo di questa giornata che li avrà avvicinati un po’ di più a questo meraviglioso Santo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *